top
 
L'organizzazione degli Uffici
della Direzione Generale
La mappa degli uffici
L'Ufficio per il supporto dell'autonomia scolastica
Il Coordinamento Educazione Fisica
L'Ufficio Relazioni con il Pubblico
 

Amministrazione Trasparente

 
Le Scuole
della regione
 

 
Il calendario scolastico
del 2022-23
spacer
 
spacer

fascia
 
Sportello scuola non statale sportello scuola non statale spacer
spacer
 
spacer

fascia
 
Sistema integrato di educazione e di istruzione 0-6 siti di interesse spacer
spacer
 
spacer

fascia
 
siti di interesse spacer
spacer
 
spacer

spacer
 

SCUOLA IN OSPEDALE ISTRUZIONE DOMICILIARE

spacer
 

spacer
 

EDUCAZIONE ALLA SOSTENIBILITÀ
EDUCAZIONE ALLA SOSTENIBILITÀ

spacer
 

fascia
spacer

fascia
 
Convegni e seminari convegni e seminari spacer
spacer
 
spacer

spacer
 

Percorsi per le competenze trasversali e per l'orientamento
Alternanza Scuola Lavoro

spacer
 

spacer
 

La buona scuola nelle Marche

spacer
 


fascia
 
Siti di interesse siti di interesse spacer
spacer
 
spacer

 
 Comunicati Stampa

Scuola. L’USR Marche: le disposizioni per l’emergenza COVID-19 non incidono sui parametri di costituzione delle classi prime per l’anno scolastico 2020/21

(Ancona, 29 maggio 2020) Allo stato attuale delle normative vigenti, le attuali disposizioni per la gestione dell’emergenza sanitaria COVID-19, non incidono sui parametri di costituzione delle classi per l’anno scolastico 2020/21 e pertanto l’attuale riferimento di legge cui attenersi è esclusivamente il DPR 81/2009. Così risponde l’Ufficio scolastico regionale ai recenti interventi dei sindaci di Sant’Elpidio a Mare, Alessio Terrenzi, e di Castignano, Fabio Polini, riportati in questi giorni dalla stampa locale.

Nel primo caso, si precisa dalla direzione generale di Ancona, sono state autorizzate cinque classi prime di scuola secondaria di I grado del capoluogo in ragione del numero degli iscritti, pari a 122, con una media dunque di 24 alunni per classe, non essendo previsto tasso di ripetenza. La stessa media di alunni per classe si riscontra nelle sei classi prime uscenti che contano complessivamente 144 alunni, confermando pertanto la situazione esistente in rapporto al numero degli iscritti.

L’assegnazione delle risorse organiche successive all’autorizzazione delle classi per il prossimo anno scolastico risulta in coerenza con l’offerta formativa programmata per l’istituto stesso, così come risulta coerente la ripartizione delle classi sui plessi con l’approvazione del piano di dimensionamento della rete scolastica da parte della Regione Marche con la partecipazione dei Comuni, in cui peraltro il plesso di Casette d’Ete non risulta ad oggi censito, né è previsto dalla Regione Marche un suo nuovo inserimento per il prossimo anno scolastico.

Quanto al caso della prima classe della scuola primaria di Castignano, sempre secondo i parametri numerici previsti dalla normativa, viene in realtà, anche in questo caso, sostanzialmente confermata la situazione dell’anno in corso, con la previsione dell’istituzione di una classe prima sulla base dei 22 alunni risultanti a sistema per il 2020/21, poi saliti a 24 a seguito di una successiva comunicazione dal dirigente scolastico. L’eventuale sdoppiamento della classe richiesto dal sindaco risulterebbe incompatibile con i dettami della norma, in quanto per due classi la consistenza numerica sarebbe al di sotto dei parametri minimi previsti.

Né è possibile invocare, in questo caso, la normativa per le aree colpite dagli eventi sismici, che prevede di poter derogare al numero minimo e massimo di alunni per classe esclusivamente con riferimento alle istituzioni scolastiche i cui edifici sono stati dichiarati parzialmente o totalmente inagibili, a quelle ospitate in strutture temporanee di emergenza e a quelle che ospitano alunni sfollati.

Per quanto riguarda infine la presenza di alunni diversamente abili, è competenza del dirigente scolastico comporre le classi in maniera omogenea in relazione al numero totale di iscritti e al numero complessivo di classi riconosciute dall’USR. Il dirigente dell’Ufficio d’ambito provinciale della Direzione generale provvederà alle opportune interlocuzioni in proposito.



 
 
Archivio Comunicati


































Anno 2007


Anno 2006


Anno 2005


Anno 2004


Anno 2003


Anno 2002


 




Istruzione.it
© 2000-2010 Ministero della Pubblica Istruzione - privacy