top
 
L'organizzazione degli Uffici
della Direzione Generale
La mappa degli uffici
L'Ufficio per il supporto dell'autonomia scolastica
Il Coordinamento Educazione Fisica
L'Ufficio Relazioni con il Pubblico
 

Amministrazione Trasparente

 
Le Scuole
della regione
 

 
Il calendario scolastico
per il triennio
2019-2022
spacer
 
spacer

fascia
 
Sportello scuola non statale sportello scuola non statale spacer
spacer
 
spacer

fascia
 
Sistema integrato di educazione e di istruzione 0-6 siti di interesse spacer
spacer
 
spacer

fascia
 
siti di interesse spacer
spacer
 
spacer

spacer
 

SCUOLA IN OSPEDALE ISTRUZIONE DOMICILIARE

spacer
 

spacer
 

EDUCAZIONE ALLA SOSTENIBILITÀ
EDUCAZIONE ALLA SOSTENIBILITÀ

spacer
 

fascia
spacer

fascia
 
Convegni e seminari convegni e seminari spacer
spacer
 
spacer

spacer
 

Percorsi per le competenze trasversali e per l'orientamento
Alternanza Scuola Lavoro

spacer
 

spacer
 

La buona scuola nelle Marche

spacer
 


fascia
 
Siti di interesse siti di interesse spacer
spacer
 
spacer

Comunicati Stampa

Replica all’articolo “Nei Comuni del cratere le scuole vanno salvate” pubblicato nell’edizione di Fermo del “Corriere Adriatico” del 2 aprile 2022 (pag. 10) e agli altri interventi precedenti sull’argomento

(Ancona, 6 aprile 2022) Nell’assegnazione delle classi l’Ufficio scolastico regionale del Ministero dell’Istruzione non opera tagli, né agisce per penalizzare situazioni particolari, ma definisce il servizio secondo la normativa e i relativi standard nel limite delle risorse assegnate.

Questa la replica con cui la direzione generale dell’USR Marche fornisce chiarimenti che non emergono da quanto pubblicato sulle pagine del “Corriere Adriatico” negli ultimi giorni circa le preoccupazioni di esponenti politici locali e nazionali in merito alle autorizzazioni delle classi per l’anno scolastico 2022/23 delle scuole di alcuni Comuni del fermano.

In tutti i casi, si sottolinea dall’USR Marche, sono stati applicati i criteri definiti dal DPR 81/2009, che stabilisce i parametri numerici minimi e massimi di formazione delle classi per tutti gli ordini e gradi di scuola, a garanzia dell’efficienza ed efficacia dell’attività didattica nell’interesse degli alunni, assicurando nel contempo un servizio istruzione con tempi di percorrenza casa/scuola inferiori ai quindici minuti per la scuola primaria e secondaria di I grado, secondo gli indici di funzionalità didattica stabiliti dalla norma.

 
Archivio Comunicati
































Anno 2007


Anno 2006


Anno 2005


Anno 2004


Anno 2003


Anno 2002


 




Istruzione.it
© 2000-2010 Ministero della Pubblica Istruzione - privacy