top
 
L'organizzazione degli Uffici
della Direzione Generale
La mappa degli uffici
L'Ufficio per il supporto dell'autonomia scolastica
Il Coordinamento Educazione Fisica
L'Ufficio Relazioni con il Pubblico
 

Amministrazione Trasparente

 
Le Scuole
della regione
 

 
Il calendario scolastico
per il triennio
2019-2022
spacer
 
spacer

fascia
 
Sistema integrato di educazione e di istruzione 0-6 siti di interesse spacer
spacer
 
spacer

fascia
 
Siti di interesse siti di interesse spacer
spacer
 
spacer

fascia
 
Sportello scuola non statale sportello scuola non statale spacer
spacer
 
spacer

fascia
 
Convegni e seminari convegni e seminari spacer
spacer
 
spacer

Guadagnare salute

spacer
 

Percorsi per le competenze trasversali e per l'orientamento
Alternanza Scuola Lavoro

spacer
 

spacer
 

SCUOLA IN OSPEDALE ISTRUZIONE DOMICILIARE

spacer
 

spacer
 

Offerta formativa MiBAC nelle Marche
Offerta formativa MiBAC nelle Marche

spacer
 

spacer
 

La buona scuola nelle Marche

spacer
 
Comunicati Stampa

Scuola. Costante l’attenzione dell’USR Marche nella programmazione del servizio scolastico nelle aree del cratere

La diminuzione degli iscritti non ha determinato una diminuzione altrettanto consistente né delle sezioni e classi né dei docenti

(Ancona, 14 settembre 2019) L’Ufficio scolastico regionale per le Marche, d’intesa con Regione ed enti locali, ha confermato anche per il prossimo anno scolastico la propria particolare attenzione nella programmazione del servizio scolastico delle aree del cratere sismico. Per il primo ciclo di istruzione, settore più colpito in tutta la regione dagli effetti del calo demografico, i dati evidenziano infatti come la diminuzione degli iscritti non abbia determinato una diminuzione altrettanto consistente né delle sezioni e classi né dei docenti. Una diminuzione, quest’ultima, peraltro fisiologica in presenza di un numero di alunni talmente ridotto da non consentire ragionevolmente il funzionamento di una sezione o classe preesistente.

Scendendo nel particolare, nella scuola dell’infanzia e primaria si è registrato, nelle zone del terremoto, un calo, rispettivamente del 3,95 e 1,67%, di iscrizioni, contro un aumento degli alunni della scuola secondaria di primo grado dello 0,52%. Complessivamente si registra dunque un calo dell’1,61% nelle scuole del primo ciclo. A fronte di questi dati, il numero delle sezioni e classi autorizzate e dei docenti è diminuito in misura minore, rispettivamente del 2,43 e dell’1,71% alla scuola dell’infanzia e dello 0,64 e dello 0,06% alla scuola primaria, mentre, in controtendenza, il numero di classi e posti è cresciuto nella secondaria di I grado dell’1,67 e dell’1,64%. Il che ha portato a un miglioramento percentuale sia del rapporto alunni/classi che di quello tra alunni e insegnanti, come riportato nella tabella seguente (dati percentuali):

[Tabella]

Percentuali che comportano, nei tre ordini di scuola, incrementi della spesa per alunno rispettivamente dell’1,9, dell’1,5 e dello 0,9%. Dati apparentemente poco rilevanti che non consentono tuttavia di parlare di taglio delle risorse, ma che, al contrario, evidenziano l’attenzione dell’amministrazione alle esigenze poste dalle scuole a garanzia del regolare funzionamento del servizio istruzione sul territorio.
Istituiti anche per il prossimo anno scolastico

Inoltre, con decreto del direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale per le Marche, sono stati istituiti, a partire dal primo settembre, ulteriori 54 posti di personale ATA e 22,9 posti di personale docente ed educativo in aggiunta all’organico ordinario per le scuole del cratere in base all’ulteriore proroga delle disposizioni sugli interventi in favore delle popolazioni delle quattro regioni colpite dagli eventi sismici del 2016 (DL 189/2016).

Rif.: articolo “TERREMOTO. Scuola e organici ridotti: mancanza di sensibilità verso i territori feriti” del 12 settembre scorso 2019 (“Il Resto del Carlino”, ed. Macerata, p. 11).

 

 
Archivio Comunicati




























Anno 2007


Anno 2006


Anno 2005


Anno 2004


Anno 2003


Anno 2002


 




Istruzione.it
© 2000-2010 Ministero della Pubblica Istruzione - privacy