top
 
L'organizzazione degli Uffici
della Direzione Generale
La mappa degli uffici
L'Ufficio per il supporto dell'autonomia scolastica
Il Coordinamento Educazione Fisica
L'Ufficio Relazioni con il Pubblico
 

Amministrazione Trasparente

 
Le Scuole
della regione
 

 
Il calendario scolastico
per il triennio
2019-2022
spacer
 
spacer

fascia
 
Sistema integrato di educazione e di istruzione 0-6 siti di interesse spacer
spacer
 
spacer

fascia
 
Siti di interesse siti di interesse spacer
spacer
 
spacer

fascia
 
Sportello scuola non statale sportello scuola non statale spacer
spacer
 
spacer

fascia
 
Convegni e seminari convegni e seminari spacer
spacer
 
spacer

Guadagnare salute

spacer
 

Percorsi per le competenze trasversali e per l'orientamento
Alternanza Scuola Lavoro

spacer
 

spacer
 

SCUOLA IN OSPEDALE ISTRUZIONE DOMICILIARE

spacer
 

spacer
 

Offerta formativa MiBAC nelle Marche
Offerta formativa MiBAC nelle Marche

spacer
 

spacer
 

La buona scuola nelle Marche

spacer
 
Comunicati Stampa

Scuola. "Quota 100": sono 560 le domande presentate dal personale della scuola nelle Marche, quasi la metà del totale di quelle complessivamente inoltrate. Ma ora bisogna superare la verifica dei requisiti


(Ancona, 15 marzo 2019) Sono in totale 666 le domande inoltrate, alla scadenza del 28 febbraio scorso, dal personale della scuola nelle Marche a seguito dell'applicazione delle nuove norme in materia di pensionamenti. Di queste, 528 riguardano docenti, 138 il personale ATA.

Istanze che vanno ad aggiungersi alle 487 presentate alla precedente scadenza del 12 dicembre 2018 con la vecchia "legge Fornero", per un totale complessivo di 1.153 (247 ATA e 906 docenti) al quale si aggiungono 135 cessazioni d'ufficio.

La gran parte della totalità delle domande presentate con le nuove norme riguarda, prevedibilmente, la cosiddetta "quota 100" (560 domande, pari all'84,08% del totale della seconda fase), mentre le stesse rappresentano quasi la metà (il 48,57%) del totale complessivo delle istanze di pensionamento per il 2019/20.

Dati che non rappresentano, tuttavia, il numero effettivo dei pensionamenti a partire dal 1° settembre prossimo, perché al momento siamo solo in presenza di istanze che dovranno essere tutte attentamente vagliate per la verifica del possesso dei requisiti richiesti dalla legge.

Inoltre l'impatto delle nuove norme appare meno significativo se rapportato ai dati (effettivi) relativi alle cessazioni dal servizio dello scorso anno, pari a 1.094.

Cifre che rappresentano in sostanza un rischio trascurabile per il sistema scolastico marchigiano, che potrà essere compensato con le normali operazioni di mobilità, immissione in ruolo e conferimenti di supplenze annuali in vista dell'avvio del prossimo anno scolastico.

Sul sito WEB dell' USR Marche www.marche.istruzione.it (sezione "Novità") sono riporti i dati dei pensionandi per ciascuna scuola e per insegnamento.

Report Statistico
 
Archivio Comunicati




























Anno 2007


Anno 2006


Anno 2005


Anno 2004


Anno 2003


Anno 2002


 




Istruzione.it
© 2000-2010 Ministero della Pubblica Istruzione - privacy