top
 
L'organizzazione degli Uffici
della Direzione Generale
La mappa degli uffici
L'Ufficio per il supporto dell'autonomia scolastica
Il Coordinamento Educazione Fisica
L'Ufficio Relazioni con il Pubblico
 

Amministrazione Trasparente

 
Le Scuole
della regione
 

 
Il calendario scolastico
del 2022-23
spacer
 
spacer

fascia
 
Sportello scuola non statale sportello scuola non statale spacer
spacer
 
spacer

fascia
 
Sistema integrato di educazione e di istruzione 0-6 siti di interesse spacer
spacer
 
spacer

fascia
 
siti di interesse spacer
spacer
 
spacer

spacer
 

SCUOLA IN OSPEDALE ISTRUZIONE DOMICILIARE

spacer
 

spacer
 

EDUCAZIONE ALLA SOSTENIBILITÀ
EDUCAZIONE ALLA SOSTENIBILITÀ

spacer
 

fascia
spacer

fascia
 
Convegni e seminari convegni e seminari spacer
spacer
 
spacer

spacer
 

Percorsi per le competenze trasversali e per l'orientamento
Alternanza Scuola Lavoro

spacer
 

spacer
 

La buona scuola nelle Marche

spacer
 


fascia
 
Siti di interesse siti di interesse spacer
spacer
 
spacer

 
 Novità

Dopo sei anni, Michele De Gregorio lascia da domani l'incarico di direttore generale dell'Ufficio Scolastico Regionale

Da domani Michele De Gregorio lascia, dopo sei anni, la responsabilità della Direzione Generale dell'Ufficio Scolastico Regionale per le Marche per ricoprire altrove un diverso incarico.
Dalla sua nomina, nell'ottobre del 2002, De Gregorio ha lavorato perché nelle Marche ogni scuola potesse avere la percezione di essere, con la sua specificità, parte vitale di un sistema più vasto, nella convinzione che la scuola non viva chiusa in sé stessa ma accanto ad altre realtà che si muovono nel tempo e che, come la persona, anche l'istituzione viva di relazioni e interazioni, per cui il destino di ogni scuola è il destino di tutta una realtà sociale. "Destino che si costruisce - come più volte ha sottolineato lo stesso De Gregorio - sull'edificazione di coscienze libere, di cittadini interpreti consapevoli del patrimonio di libertà e responsabilità che ci è stato consegnato".
Di qui l'avvio, dal 2004, del progetto "Le Marche: una regione laboratorio", promosso con l'obiettivo di far colloquiare le due anime, quella amministrativa e quella educativo didattica, della scuola e favorire percorsi e raccordi interistituzionali di confronto e di riflessione con tutti i soggetti del territorio che hanno competenze in materia di istruzione e formazione.
Una rete oggi consolidata di interazioni finalizzate a offrire alla scuola quelle collaborazioni strutturate, organiche e continuative, funzionali a sostenerne l'impegno per corrispondere alla crescente complessità dei compiti e delle responsabilità che le sono affidati ed elevare ulteriormente la qualità del sistema scolastico regionale.
Idee portanti di questo progetto, che ha ottenuto l'Alto Patronato dei presidenti della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi e Giorgio Napolitano, sono stati il recupero di una reale capacità di ascolto e di dialogo e l'attenzione alle professionalità (il "capitale culturale") delle diverse componenti della scuola.
E strategico, in questo orizzonte, anche il ruolo assegnato all'alleanza educativa tra scuola e famiglia, alleanza che scaturisce da comuni finalità educative e rappresenta un punto di forza imprescindibile per la crescita dei giovani, con l'impegno a creare ogni utile spazio di confronto per sviluppare relazioni armoniche nel rispetto dei relativi ruoli e funzioni

Molisano di nascita e marchigiano di adozione, De Gregorio era stato nominato direttore generale dell'USR nell'ottobre del 2002, dopo aver sostanzialmente percorso, salvo brevi intervalli, l'intero arco della sua parabola professionale ad Ancona.
Entrato nella carriera direttiva dell'amministrazione scolastica dal 1968, con prima destinazione Treviso, dal 1971 è infatti ad Ancona come funzionario dell'allora Provveditorato agli Studi. Dal 1992 al 1995 ha svolto la funzione di sovrintendente regionale. Poi, fino al 1999, è stato chiamato a reggere il neonato Provveditorato agli Studi di Rimini e successivamente è tornato, con lo stesso incarico, nel capoluogo marchigiano. Dopo la soppressione dei provveditorati, all'inizio del 2002, ha assunto la funzione di vice direttore dell'Ufficio Scolastico Regionale per ricoprire, dall'ottobre dello stesso anno e fino a oggi, l'incarico di direttore generale.

 
 
Archivio novità


Anno 2018


Anno 2017

Anno 2016


Anno 2015

Anno 2014


Anno 2013


Anno 2012


Anno 2011


Anno 2010


Anno 2009


Anno 2008

Dicembre
Novembre
Ottobre
Settembre
Agosto
Luglio
Giugno
Maggio
Aprile
Marzo
Febbraio
Gennaio



Anno 2007


Anno 2006


Anno 2005


Anno 2004


Anno 2003


Anno 2002


Anno 2001

 




Istruzione.it
© 2000-2010 Ministero della Pubblica Istruzione - privacy